Una coppia che è sposata da anni, decide di avere dei figli. La prima cosa da fare è quella di avere dei rapporti completi senza nessun tipo di protezione.

Ma spesso capita che, dopo molti tentativi, il test di gravidanza risulta ancora negativo.

In questo caso bisogna sottoporre a visita sia l’uomo che la donna. In uno dei due soggetti potrebbe verificarsi una situazione di infertilità provocata da vari fattori.

La sterilità nelle donne

Analizziamo le cause di infertilità nella donna.

Prima causa: menopausa

La prima causa di infertilità nelle donne è dovuta all’età. Ogni donna dovrebbe sapere che l’età fertile ha un suo declino con il passare degli anni. Inoltre, questa diminuisce notevolmente nel momento in cui si entra nel periodo della menopausa. La fertilità della donna si riduce dopo i 30 anni, scendendo notevolmente dopo i 35 anni.

Anomalia e malattie sistemiche

Un’altra causa della sterilità femminile può essere provocata anche da un’anomalia della morfologia e delle funzioni delle Tube di Falloppio. I danni più comuni e frequenti sono le infezioni pelviche, germi, batteri a trasmissione sessuale o interventi chirurgici.

Anche la presenza di alcune malattie sistemiche come disordine della tiroide o diabete, esposizione a sostanze tossiche o a metalli pesanti, abitudini alimentari errate o uno stile di vita comprendente i fumo e alcool, droga e stress possono aumentare il rischio di infertilità.

Sterilità dopo un carcinoma

Bisogna aggiungere che, anche a seguito di un carcinoma, si può sviluppare una forma di infertilità causata dall’assunzione di farmaci antitumorali.

Soluzioni per la sterilità femminile

La prima cosa che una donna deve fare è quella di sottoporsi a una visita ginecologica approfondita in modo da svolgere tutte le indagini necessarie per migliorare il suo stato di salute. È importante fare attenzione allo stato del fisico della paziente: non bisogna mai ingrassare o dimagrire troppo. Anche smettere di fumare o di bere alcolici è molto importante per eliminare la sterilità femminile. Il fumo agisce negativamente sulla motilità tubarica ostacolando il trasporto degli ovociti e l’incontro con gli spermatozoi. Inoltre, questo è in grado di provocare un’alterazione del ciclo mestruale, ostacolando l’annidamento dell’ovocita fecondato.

Per il consumo di alcool invece. Una donna dovrebbe limitarsi all’assunzione di 2 bicchieri di qualsiasi bevanda alcolica al giorno. Questo può causare una minore produzione di ormoni femminili.

La sterilità negli uomini

Anche negli uomini la sterilità può essere un grande problema.

Secondo alcuni studi, il 10 % degli uomini soffrirebbero di disturbi dell’erezione. Anche se per i maschietti potrebbe rappresentare un grande problema, sappiate che a tutto c’è rimedio, anche a questo. Infatti, seguendo un’apposita cura, è possibile risolvere il problema e tornare più in forma di prima.

Di cosa parliamo nello specifico?

La disfunzione erettile è un disturbo che si presenta in alcune situazioni e può essere causato sia da patologia fisiche che psicologiche. In poche parole si tratta dell’incapacità di un uomo di portare a termine un rapporto sessuale.

Uno stile di vita corretto porta benefici anche sulla salute sessuale. L’attività fisica, non solo ti aiuta a restare in forma e a mantenere il giusto peso, ma induce anche un benessere fisico e mentale che aumenta l’autostima, producendo effetti positivi sulla sessualità.

Tre sono i fattori principali della disfunzione erettile:

  1. Patologie presenti nel soggetto.

La presenza della disfunzione può rappresentare un sintomo di una futura patologia più grave come: patologie cardiovascolari, disfunzioni ormonali, patologie neurologiche, assunzione di determinati farmaci.

  1. Fattori legati allo stile di vita

Un errato stile di vita può causare obesità che peggiora l’attività sessuale sia per problemi di autostima che per una diminuzione di testosterone. Anche altre azioni quotidiane provocano sterilità: fumo di sigaretta, sedentarietà, abuso di alcol o droghe e eccessi alimentari.

  1. Fattori psicogeni

Anche chiamata come ‘’ansia da prestazione’’ che può unirsi a cause organiche che aggravano ancora di più il problema.  I fattori psicogeni sono ancora più comuni negli uomini di età più avanzata come per esempio la perdita di interesse verso la propria partner.

Questo disturbo spesso si presenta in associazione ad altra patologie tra cui: obesità, diabete, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa e deficit di testosterone e può essere visto anche come un campanello d’allarme per altre patologie più gravi.

Soluzioni per la sterilità maschile

La prima terapia da seguire è quella di modificare lo stile di vita evitando di fumare, di bere alcool, praticare attività fisica regolare e seguire una dieta regolare.

Nel caso in cui questi accorgimenti non bastassero, è necessario seguire una terapia farmacologica orale.

Quando si iniziano a manifestare i primi campanelli d’allarme è necessario parlarne con il proprio medico che consiglierà, come prima cosa, uno stile di vita più pulito e libero da alcol e fumo.

Lascia un commento