Il tuo bambino ormai è pronto per togliere il pannolino? Non si tratta affatto di un’operazione semplice e veloce, e a volte, quando finalmente sembra di poter cantar vittoria, si potrebbe andare incontro a piccoli ‘incidenti di percorso’, e proprio nei momenti meno opportuni. Ma non temete cari genitori, seguendo dei semplici consigli potrebbe risultare tutto più facile.

Quando togliere il pannolino?

Come si fa a capire quand’è il momento giusto per passare la vasino? Ovviamente ogni bimbo ha i propri tempi, generalmente i primi segnali che il bambino è pronto si manifestano tra i 18 e i 24 mesi, ma qualcuno potrebbe non essere pronto prima dei 30 mesi. In qualunque caso, secondo il parere dei pediatri, prima dei 18 mesi, il bambino non è in grado di sentire lo stimolo e trattenerlo. Il momento giusto per iniziare a togliere il pannolino è quando il bambino inizia a mostrare interesse per la cacca e la pipi e di conseguenza il pannolino resta asciutto.

Come iniziare?

Innanzitutto è necessario dotarsi di una buona dose di pazienza, dato che, anche se il bambino sembrerà essersi ormai abituato a stare senza pannolino, potrebbe regredire nuovamente. Quando poi si esce da casa, è importante essere ben organizzati con cambio vestiti, salviette e tutto quanto si renderà utile. Inoltre è importante che non ci sia un approccio rigido e severo con il vasino. Il bambino deve abituarsi all’idea di dedicare del tempo ai suoi bisogni e quindi è importante stabilire una routine.

Spannolinamento in 7 giorni

Giorno 1

È molto importante il tipo di vasino, anche se per i genitori l’uno vale l’altro, per il bambino non è così. È bene quindi uscire a comprare il vasino insieme al bambino, in questo modo sarà lui a scegliere quello che preferisce. Potreste anche optare per un riduttore per il wc. Sistemate poi il vasino nel bagno spiegando al bambino a cosa serve, e lasciate che il bimbo ci giochi.

Giorno 2

Il pannolino può essere tolto inizialmente durante il giorno. È logico che il bambino non imparerà nell’immediato a correre sul vasino quando sente lo stimolo. Con il tempo però si abituerà a stare libero e si adeguerà a questa nuova esperienza. È molto probabile che si passerà molto più tempo a pulire a terra e a cambiare il bambino, ma è importante che inizi a stare libero. Successivamente, nel momento del riposino pomeridiano e nelle ore notturne, si andrà a rimettere il pannolino.

Giorno 3

È importante creare una routine, organizzando orari per fare in modo che il bambino vada in bagno regolarmente. La routine perfetta da seguire è al mattino, a metà mattinata, dopo pranzo, nel pomeriggio e prima di andare a dormire.

Giorno 4

Uscite di casa, ovviamente ben organizzate con tutto il necessario. Chiedete al bambino più volte se deve fare la pipi. E se il bimbo si bagna, non siate severe, è una cosa normalissima.

Giorno 5

Per rendere il vasino più attraente per il bambino, è meglio dare al bambino un piccolo gioco da fare mentre sta seduto o un libro colorato da sfogliare per ingannare l’attesa. È molto importante non perdere mai la pazienza, avere reazioni appropriate ad ogni azione del bambino, e non cedere mai all’idea di tornare al pannolino.

Giorno 6

È giunto il momento di coinvolgere altre persone nella vostra ‘missione’. Maestre, tata, nonni, non importa chi sia, l’importante è fornire loro con tutte le cose di cui possono avere bisogno, come cambio vestiti, salviette etc.

Giorno 7

Dopo una settimana senza pannolino, tra incidenti e successi, la ‘missione pannolino’ si è ormai conclusa. Ovviamente il bambino potrà sempre avere incidenti di percorso, ed è probabile che non sia ancora pronto a fare a meno del pannolino di notte, ma ormai la parte più difficile dell’operazione è conclusa.