Secondo una ricerca svolta da un team dell’Università del Maryland e della Radboud University fa bene ai bambini dormire nella camera con i propri genitori.

Infatti, i bebè che dormono nella camera da letto dei genitori beneficerebbero di una migliore qualità del sonno e svilupperebbero un comportamento più favorevole alla socializzazione.

Anche se molti sono i pareri contrastanti su questo argomento.

Alcuni genitori pensano che scegliendo di far dormire il bambino in una camera tutta sua, si aiuti a renderlo più indipendente; altri invece credono che, condividere la propria stanza con i più piccoli, abbia effetti favorevoli sullo sviluppo del comportamento del bambino.

Secondo gli esperti è bene dormire con il proprio figlio per i primi 6 mesi di vita, in modo da dimezzare il rischio di Sids, ossia la sindrome della morte improvvisa del neonato.

Secondo Roseriet Beijers, psicologa dello sviluppo infantile: “Nonostante i numerosi punti di vista sulle possibili conseguenze negative o positive a lungo termine della condivisione delle stanze tra genitori e bambini, fino a ora nessuno studio ha mai analizzato le modalità di sonno dei bambini nella prima fase della vita e il loro collegamento con lo sviluppo comportamentale’’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *